L'IMMINENTE VENUTA DEL SIGNORE.

di Osanna.org

La venuta del Signor Cristo Gesù è imminente? Bella domanda. Certo, siamo negli ultimi tempi, il Cristo sta per arrivare. Come possiamo vedere, questo mondo è diventato più buio e in pochi lo vedono; le chiese seguono l'andazzo del mondo e si conformano alla perversità, insegnano e rispettano cose non bibliche e gli insegnamenti di Gesù Cristo sono superate, inutili, mentre oggi la salvezza la si può trovare in qualsiasi altro nome o religione.

Oggi le cose sono veramente peggiorate e di falsi profeti ne è pieno il mondo, ognuno con un proprio vangelo, il sacrificio di Cristo Gesù per il perdono dei peccati dell'uomo - per mezzo del quale può ottenere la Grazia salvifica e gratuita - è deriso e tutta la Sua Parola è ritenuta non adatta ai nostri tempi o, addirittura, fallace.

Se oggi siamo già a questo punto è certo che fra poco tutte le chiese cosiddette cristiane saranno una sola cosa con chi governa; infatti, esse già prendono la loro parte di danaro e in cambio promuovono le falsità dei governi, non rifiutando l'ipocrisia anzi la confezionano per benino e la danno come verità in pasto a credenti deboli nella fede.

La vera fede nella Parola di Dio è veramente in pericolo cosicché alcuni insegnano che Cristo Gesù sia già arrivato e che in pochi lo hanno visto, altri insegnano che Cristo arriverà all'improvviso prima che alcune delle fondamentali profezie scritte nella Scrittura si avverino, ecc. Ma vediamo cosa effettivamente insegna la Parola di Dio e prendiamo in esame la seconda lettera che Paolo scrisse ai tessalonicesi, capitolo 2 dal versetto 1 al versetto 17:

v. 1-4: "Or, fratelli, circa la venuta [parusia] del Signor nostro Gesù Cristo e il nostro adunamento con lui, vi preghiamo di non lasciarvi così presto travolgere la mente, né turbare sia da ispirazioni, sia da discorsi, sia da qualche epistola data come nostra, quasi che il giorno del Signore fosse imminente. Nessuno vi tragga in errore in alcuna maniera; poiché quel giorno non verrà se prima non sia venuta l'apostasia e non sia stato manifestato l'uomo del peccato, il figliuolo della perdizione,l'avversario, colui che s'innalza sopra tutto quello che è chiamato Dio od oggetto di culto; fino al punto da porsi a sedere nel tempio di Dio, mostrando sé stesso e dicendo ch'egli è Dio."

Questa profezia è di una chiarezza che non lascia spazio a interpretazioni fantasiose e personali.

In questi primi versi vediamo che, PRIMA dell'avvento di Gesù Cristo, sulla scena mondiale deve presentarsi un personaggio che s'innalzerà sopra tutti ponendosi come oggetto di culto, si proporrà nel nome del nostro Signore e Dio Gesù Cristo sedendosi nel tempio di Dio, mostrando sé stesso e dicendo ch'egli è Dio.

Quando Paolo scrisse la lettera il tempio non era stato ancora distrutto; vuol dire che sarà ricostruito il tanto desiderato tempio in Gerusalemme? Il futuro ce lo dirà. Sappiamo, sempre dalle Scritture, che il tempio di Dio oggi è composto dai tutti i Suoi santi in cui dimora lo Spirito santo di Dio, che costituiscono la vera Chiesa di Dio o il Corpo di Cristo.

Dunque, la venuta di Gesù Cristo, dovrà essere preceduta dalla comparsa dell'uomo del peccato facendosi adorare nel nuovo tempio ricostruito oppure, peggio, nella Chiesa di Dio che è il tempio dello Spirito composta dai Suoi santi, parlando con l'inganno per raggirare molti per mezzo di miracoli e prodigi bugiardi. Infine, egli stesso si sederà a capo della Chiesa nel tempio di Dio dicendo di essere lui il vero Dio. Ricordiamo che questo empio farà di tutto affinché il nome del nostro Signore Gesù Cristo e anche i Suoi santi, rimasti fedeli alla Verità, siano tolti di mezzo. Il nome di Gesù e Gesù stesso è l'ostacolo che sta impedendo al signore di questa terra di prendere subito pieno possesso dell'intera umanità; nel frattempo, fa in modo che molti credono nelle apparizioni di personaggi morti che portano messaggi come se fossero incaricati da Dio.

L'unico nome per la salvezza, l'unica Via, non una delle tante, ma l'unica Via per la Salvezza è Cristo Gesù; oscurato questo nome e scartato o presentato sotto false vesti, l'uomo non potrà sentire più la Sua voce, essi ascolteranno un'altra voce e seguiranno un'altra via che li porterà verso una falsa unità, una falsa pace, una falsa religione e un falso dio che unirà tutti gli uomini sotto una sola religione piena di falsi miracoli e prodigi ingannatori allo scopo di distruggere l'umanità. Questo è già in atto.

v.5-7: "Non vi ricordate che quand'ero ancora presso di voi io vi dicevo queste cose? E ora voi sapete quel che lo ritiene ond'egli sia manifestato a suo tempo. Poiché il mistero dell'empietà è già all'opera: soltanto v'è chi ora lo ritiene e lo riterrà finché sia tolto di mezzo."

Il nemico è sempre all'opera fin dalla caduta di Adamo ed oggi - attraverso i mezzi di informazione che raggiungono tutti gli angoli della terra - sta ingannando l'umanità con migliaia di messaggi di unità e di pace, di giustizia e di fratellanza senza il vero Dio. In realtà l'uomo vuole ricostruire la "nuova babele" il nuovo ordine mondiale ossia riunire sotto un unico governo tutte le nazioni.

L'uomo è convinto di poter garantire un mondo giusto attraverso l'unità economica, politica e spirituale delle religioni per tutti i popoli senza il vero Re e Signore Cristo Gesù. Anche le chiese cosiddette cristiane lavorano alla preparazione dell'intera umanità all'accoglienza del falso Cristo. La verità è che le chiese non possono stabilire la pace sulla terra e nemmeno la giustizia; esse ingannano i loro fedeli, non riconoscendo che la prossima venuta è quella dello spirito del mondo, la manifestazione dell'empio per l'azione di Satana.

v.8-9: "E allora sarà manifestato l'empio, che il Signor Gesù distruggerà col soffio della sua bocca, e annienterà con l'apparizione della sua venuta. La venuta di quell'empio avrà luogo, per l'azione efficace di Satana, con ogni sorta di opere potenti, di segni e di prodigĂ® bugiardi;"

Già la sua opera è attiva con il suo vangelo contraffatto, con l'insegnamento di abominevoli dottrine di uomini, col rinnegare le Scritture e l'avvento millenario del Regno di Dio e il suo Re Gesù Cristo, con nuove religioni, falsi miracoli, stimmate, statue che bevono, mangiano, piangono sangue, visioni di ogni genere, attraverso pastori che parlano o meglio fanno credere di parlare nel nome di Cristo e queste cose si moltiplicheranno ogni giorno di più; sono tutti prodigi fatti per ingannare chi è debole nella fede e anche, se fosse possibile, i Santi di Dio. Le opere e gli insegnamenti di questi religiosi dimostrano che sono strumenti del Diavolo.

v.10: "e con ogni sorta d'inganno d'iniquità a danno di quelli che periscono perché non hanno aperto il cuore all'amor della verità per esser salvati."

Dio ci invita ad aprire il nostro cuore all'amore della Verità che è Gesù Cristo, la Parola di Dio vivente, per essere salvati. Bisogna stare molto attenti, il prossimo cristo che sta per arrivare non è il vero Cristo, il vero Messia che è descritto solo nella Bibbia; il vero Re verrà dopo che questo personaggio carismatico, mosso dal nemico, farà prestare fede al falso dio a tutta l'umanità portandola alla quasi totale distruzione.

v.11-13: "E perciò Iddio manda loro efficacia d'errore onde credano alla menzogna; affinché tutti quelli che non han creduto alla verità, ma si son compiaciuti nell'iniquità, siano giudicati. Ma noi siamo in obbligo di render del continuo grazie di voi a Dio, fratelli amati dal Signore, perché Iddio fin dal principio vi ha eletti a salvezza mediante la santificazione nello Spirito e la fede nella verità;"

Restiamo saldi in quello che abbiamo ricevuto, manteniamo la nostra fede nella Verità, che è la Parola di Dio scritta, e nella salvezza non lasciandoci trasportare da venti di dottrine che arrivano da ogni angolo della terra.

v.14-17: "a questo Egli vi ha pure chiamati per mezzo del nostro Evangelo, onde giungiate a ottenere la gloria del Signor nostro Gesù Cristo. Così dunque, fratelli, state saldi e ritenete gli insegnamenti che vi abbiamo trasmessi sia con la parola, sia con una nostra epistola. Or lo stesso Signor nostro Gesù Cristo e Iddio nostro Padre che ci ha amati e ci ha dato per la sua grazia una consolazione eterna e una buona speranza, consoli i vostri cuori e vi confermi in ogni opera buona e in ogni buona parola."

Ricordiamoci delle parole di Gesù: "Perché mi chiamate Signore, Signore, e non fate quel che dico? Chiunque viene a me ed ascolta le mie parole e le mette in pratica, io vi mostrerò a chi somiglia. Somiglia ad un uomo il quale, edificando una casa, ha scavato e scavato profondo, ed ha posto il fondamento sulla roccia; e venuta una piena, la fiumana ha investito quella casa e non ha potuto scrollarla perché era stata edificata bene. Ma chi ha udito e non ha messo in pratica, somiglia ad un uomo che ha edificato una casa sulla terra, senza fondamento; la fiumana l'ha investita, e subito è crollata; e la ruina di quella casa è stata grande." (Luca 6:46-49).

La piena sta per arrivare prima dell'avvento del Re dell'universo in gloria. Solo chi è saldo nella fede nella Verità e a cui si affida rimarrà in piedi. Perciò la Parola di Dio ci avverte di stare in guardia di questa grande babilonia:

"Poi udii un'altra voce dal cielo che diceva: Uscite da essa [Babilonia], o popolo mio, affinché non siate partecipi de' suoi peccati e non abbiate parte alle sue piaghe; poiché i suoi peccati si sono accumulati fino al cielo e Dio si è ricordato delle iniquità di lei." (Apoc 18:4-5).

Accostiamoci alla Scrittura esaminandola con cura e rimettiamoci con piena fiducia nel nostro Signore Gesù nelle cui mani ci ha consegnato il Padre Iddio Altissimo perché Egli è fedele ed è potente da mantenere le Sue promesse.

Gloria e onore al Padre e Dio immortale e gloria ed onore al Dio della nostra salvezza Cristo Gesù, presto venga.


Logo e Dominio www.osanna.org © copryright OSANNA 2003 - webmaster G. F.
I contenuti del sito sono di libera divulgazione ed utilizzo, se non coperti da diritti terzi
[Home] [Chi siamo] [Contattaci] [Servizio] [Eventi]