Il salario del peccato è la morte, ma il dono di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù nostro Signore.

Romani 6:23


Fin dal principio, l'uomo ha sperimentato la morte e di tutti si è persa addirittura la memoria. Ma perché c'è la morte? La maggioranza crede che è una fatto naturale legato al ciclo della vita e che una presunta anima immortale vive dopo la morte per cui questa rappresenta un passaggio; su questo però non c'è certezza. Certo è che ognuno vorrebbe vivere in eterno questa vita.

Il nostro Creatore Dio onnipotente ci dice che "il salario del peccato è la morte". Se tutti moriamo vuol dire che tutti pecchiamo. Ma cosa è il peccato?! Dunque, è necessario comprendere in cosa consiste il peccato. Se non si comprende veramente cosa è il peccato, diventa difficile comprendere in cosa consiste il dono di Dio la vita eterna. Quando Dio disse che l'uomo muore significa semplicemente che cessa di vivere, non significa che continua a vivere da un'altra parte! Chi afferma il contrario è l'Avversario, Satana il diavolo.

Il PECCATO È LA RIBELLIONE VERSO DIO E ALLA SUA SANTA LEGGE, TUTTA LA PAROLA DI DIO È LEGGE, e in questa i dieci comandamenti rivelano le mancanze che l'uomo commette per primo.

E se l'uomo muore a causa del peccato è anche una benedizione perché cosi come è non potrebbe vivere in eterno una vita che è solo sofferenza, angoscia, paura, ignoranza della Verità e di Dio, decadenza morale e spirituale; l'uomo carnale non è in grado di sopportare tutto ciò, quindi è destinata a invecchiare, se possibile, e infine a morire.

La prima ribellione verso Dio è avvenuta per mezzo di Lucifero, astro mattutino, l'angelo con sei paia di ali, il più bello e potente del mondo angelico. Gli era stata data la terra in possesso, ma egli divenne tanto orgoglioso da pensare di essere alla pari di Dio, lasciò il suo posto e salì in cielo per pretendere il trono del creatore, ma fu gettato di nuovo sulla terra con tutti i suoi compagni ribelli, i demoni.

Quindi egli ingannò anche il primo uomo Adamo tramite la donna Eva inducendolo a non credere alla Parola di Dio, affermando che non sarebbero morti ma sarebbero diventati come Dio. Come sappiamo, Adamo trasgredì il comando di Dio e commise il peccato. Adamo trasmise questa trasgressione, il peccato, anche ai suoi figli e a tutto il genere umano. Il rapporto di Adamo con Dio andò in decadenza anzi divennero nemici, Dio si allontanò da lui e da tutto il genere umano. Quindi subentrò la morte anche in coloro che non erano a conoscenza del peccato e della legge, ma per la disubbidienza di Adamo.

Da allora Satana continua a regnare sulla terra; infatti, egli e i suoi demoni sono all'opera e tiene schiava l'umanità mentre l'uomo crede di avere libero arbitrio se e quando scegliere il vero Dio, anzi è convinto di avere una anima immortale e non morrà veramente, quindi può fare anche a meno di credere nel vero Dio.

Ma l'Eterno Dio è amore ed aveva già stabilito un piano di salvezza per l'umanità. Nella Sua grande misericordia si è creato un popolo a cui aveva rivelato la Sua santa Legge da diffondere su tutta la terra affinché l'uomo comprendesse di essere nell'errore e potesse rivolgere la sua attenzione al suo Creatore. Ma essere liberati da questa ribellione ereditaria non era sufficiente la Legge data a Mosè, infatti chi era sotto la legge moriva perché non poteva riuscire ad osservarla e per il peso del peccato nella natura carnale.

Quindi Dio Padre è intervenuto per mezzo di Cristo Gesù, il Suo unico Figlio, imputando tutti i peccati degli uomini a Lui e riconciliarsi con l'uomo, per liberarlo dalla condanna a morte non solo fisica ma anche spirituale. Ecco perché solo per mezzo di Cristo si ha il riscatto dalla condanna ed in più ci viene data la vita eterna in dono, cosa che nessun uomo può ottenere in nessun modo senza di Lui.

Se la fede è in noi e riconosciamo, dunque, l'opera del Signore che ha fatto per noi e ci sentiamo attirati dalla Sua Parola allora non tergiversiamo ma affrontiamo noi stessi, i nostri peccati, invertiamo la rotta e percorriamo la Via di Dio che è l'osservanza della Sua Legge. Egli è pronto alla riconciliazione con ognuno di noi che si pente perché desidera farci dono della vita eterna che è nel Suo Figlio Gesù il Cristo. La vita eterna è un dono di Dio che è dato senza alcun merito a chi cambia vita.

Chi ha lo Spirito del Signore ha la vita eterna.




INVIA AD UN AMICO
scrivi la tua E-mail:

scrivi la E-mail amica:

Logo e Dominio www.osanna.org copryright OSANNA 2003 - webmaster G. F.
I contenuti del sito sono di libera divulgazione ed utilizzo, se non coperti da diritti terzi
[Home] [Chi siamo] [Contattaci] [Servizio] [Eventi]